Una musica solidale, a sostegno della ricerca scientifica. Un brano, Cuori di domani, ideato e scritto per supportare la prevenzione e la cura della malattie cardiovascolari. Una voce, quella di Giovanni Usai, cantautore bolognese nella vita infermiere di emergenza, al servizio della campagna di sensibilizzazione portata avanti da Cuore Domani, Fondazione onlus della SICCH (Società Italiana di Chirurgia Cardiaca), attraverso una raccolta fondi di carattere nazionale. Sono i tre elementi chiave alla base dell’iniziativa voluta dall’artista di origini sarde, pronto a lanciare il suo nuovo singolo, per l’etichetta Senza Dubbi, su tutti i principali portali digitali e piattaforme streaming. In contemporanea sarà disponibile per la programmazione radiofonica e televisiva con il relativo videoclip. I proventi della canzone e del videoclip saranno devoluti alla Fondazione dei cardiochirurghi.
Giovanni Usai, originario dell’Isola di Maddalena ma bolognese adottivo, è un cantautore con Fossati e Raf nel “cuore”: attualmente vive a Marano di Castenaso (BO). Infermiere Catis al servizio del 118 di Bologna, con esperienza pluriennale di ambulanza pronto soccorso e stage in elicottero, che lo vedono impegnato quotidianamente, tra le altre, in emergenze ed urgenze cardiovascolari porta avanti la sua carriera musicale da diversi anni, arrivando a comporre numerose canzoni che rientreranno nel suo primo disco d’esordio previsto per la primavera 2019. «“Cuori di domani” è un inno al volersi bene.
Il brano è nato dalla collaborazione artistica con il produttore Lorenzo Confetta, scritta quasi ad hoc per la Fondazione, nella speranza di diventarne poi canzone ufficiale. Avendo esperienza come infermiere di emergenza conosco le dinamiche e sono particolarmente sensibile alle malattie cardiovascolari, uno dei più rilevanti fattori di criticità. È importante sostenere la Fondazione Cuore domani soprattutto per l’acquisto di attrezzature evolute che possono salvare centinaia di vite».
Un’iniziativa verso la quale la Fondazione mostra il suo apprezzamento. «A nome dei cardiochirurghi che rappresento – dichiara Alessandro Parolari, presidente di Cuore domani – esprimo un sincero ringraziamento a Giovanni Usai per il sostegno che intende fornirci con la sua nuova canzone e per la sensibilità che mostra nei confronti della nostra campagna di raccolta fondi per la ricerca scientifica e nello specifico, per la prevenzione delle malattie cardiovascolari».